Spaghetti al sugo di polpo

Spaghetti al ragù di polpo

15/05/2015 - Primi

Sapore di mare, sapore di … anche di polpo. Il sugo di polpo fatto come un ragù per condire una pastasciutta è veramente gustoso e verace. La cottura del polpo richiede un po’ di tempo, ma ne vale la pena! Ed il vino in abbinamento sarà rosso.

Come fare il ragù di polpo

La pulizia del polpo non è difficile. Elimino la sacca con le interiora, rovesciando il cappuccio della testa e svuotandolo. Mi aiuto con un coltello per eliminare il becco e gli occhi. Quindi lo lavo sotto acqua corrente. Adesso sono pronto per cuocerlo.

Lo faccio bollire un po’ … non del tutto. Qui i tempi sono funzione del peso del polpo: per un polpo sotto il Kg lo lascio bollire 20-25 minuti. Se arriva al Kg o lo supera allora 30-35 minuti.

Lo metto in un tagliere e con un buon coltello da cucina oppure con la mezzaluna lo riduco a pezzettini molto piccoli (in alternativa si usa il robot se proprio si è vinti dalla pigrizia). Tengo da parte una tazza dell’acqua del polpo.

Polpo

Polpo

Polpo

Polpo

Ed è con questo polpo tritato che andrò a fare un ragù di polpo. In una padella capiente faccio scaldare un battuto di aglio e prezzemolo in olio extravergine d’oliva, quindi ci metto il trito di polpo ad insaporire.

Polpo tritato

Polpo tritato

Lo bagno con del vino, che faccio sfumare prima di aggiungere i pomodori pelati passati; condisco quindi con sale e pepe.

Ragù di polpo

Ragù di polpo

Continuo la cottura a fuoco lento, bagnando il ragù con l’acqua conservata del polpo in caso asciugasse troppo.

Ragù di polpo

Ragù di polpo

La cottura permette ai vari sapori di amalgamarsi perfettamente come si richiede ad un ragú. Al termine salterò gli spaghetti cotti al dente in questo sugo di polpo prima di servirli. Nel mio caso si tratta di spaghetti Vicidomini.

Spaghetti al sugo di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

Spaghetti al ragú di polpo

L’abbinamento

Il piatto ha una media struttura; è soprattutto succulento, anche un po’ untuoso; ha aromaticità e persistenza gustativa discrete, infine anche se meno accentuate ha sapidità e tendenza acida.

La prova con un vino bianco strutturato, morbido e corposo come il Friuli Isonzo DOC Pinot Grigio “Gris” di Lis Neris del 2010, mi ha convinto che su ragù di polpo ci sta meglio un rosso fresco e poco strutturato come un Trentino Marzemino DOC o un Alto Adige Santa Maddalena DOC, ma anche un Chianti DOCG: vini di gusto intenso ma non corposi e di buona freschezza, da servire a 14-16°C al massimo. Un po’ di tannino non guasta per asciugare la bocca, ma non servono le durezze di un vino bianco perché ho già durezze nel piatto.

› ingredienti: aglio / polpo / pomodori pelati / prezzemolo / spaghetti / vino bianco /

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *