Abbacchio scottadito

Abbacchio (agnello) scottadito

06/01/2010 - Secondi

cotolette di agnello alla scottadito

Abbacchio scottadito

“Scottadito” vuol dire che ci scottiamo le dita con questo piatto, perché le cotolette di agnello sono grigliate e servite caldissime e si suole usare le dita piuttosto che le posate per mangiarle.

E’ un piatto che appartiene alla cucina romana, ma che si mangia comunemente anche da molte altre parti. E la cosa importante è che è buono!

Sono cotolette d’agnello marinate e grigliate.

Come si fa l’abbacchio scottadito (cotolette d’agnello)

Le cotolette d’agnello devono essere tagliate singolarmente e spezzate, cioè l’ossicino di ciascuna cotoletta deve essere battuto e fratturato in più punti per poterle grigliare più facilmente.

Si fanno poi marinare con un’emulsione di olio, aceto, sale e pepe. Si lasciano in questa emulsione almeno un’ora, così che si insaporiscono bene.

A questo punto si scalda bene una griglia e solo quando è molto calda vi si mettono le cotolette marinate cuocendole per alcuni minuti da entrambe le parti.

Servire caldissimo con spicchi di limone.

Gli spinaci sono un contorno ideale per questo piatto.

Abbacchio scottadito

Abbacchio (agnello) scottadito

› ingredienti: aceto / agnello / olio / pepe /

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *